domenica 26 ottobre 2008

SCIENZA - L'evoluzione è nella testa


Più un organismo è intelligente, più ha in mano le redini della sua evoluzione.

Lo dice il The American Naturalist che ha analizzato diverse specie di uccelli dimostrando che quelle con un cervello più grande si sono evolute in maniera più varia.
Animali con capacità mentali più sviluppate sono più adatti a sciegliersi nuovi ambienti,scoprirvi nuove risorse e inventare e apprendere dai loro simili nuovi modi di sfruttarle.
Questa ipotesi condusse,25 anni fa, a prevedere che le famiglie di organismi con un cervello più grande sarebbero state evolutivamente più creative.

Lo studio è stato condotto dagli scienziati Daniel Sol, dell'Università Autonoma di Barcellona, e Trevor Price, dell'Università di Chicago, su 120 famiglie di uccelli, con un totale di 7209 specie (quelle conosciute si aggirano sui 9.000).

Big S

3 commenti:

Slevin ha detto...

Prima ancora che l'autorevole American Naturalist formalizzase questo studio a dir la verità a mio modo io l'avevo già pensato che dipende dal cervello la propria evoluzione (son stato presuntuoso?)

Ed a far il ragionamento al contrario, cioè, guardano lo stato evoluzionistico per stimare l'intelligenza di una specie, sono arrivato alla personale conclusione che anche se noi umani ci crediamo la specie più intelligente della Terra abbiamo ancora parecchio da imparare e svilupparci, e la dimensione del nostro cervello ancora non è adeguata al ruolo di specie principe della Natura, cui pretendiamo di coprire.

Non si spiegherebbero altimenti i paradossi che la nsotra civiltà continua, dopo millenni di evoluzione, ad alimentare!

ciao.


ps. grazie Big S per il salto sul mio blog...

icy ha detto...

Se non fosse che non vi è legame dimostrato che la dimensione del cervello è legata al livello di intelligenza di un essere vivente sarebbe pure una ricerca notabile ;)

@Slevin: Il volume del cervello dell'homo sapiens è diminuito negli ultimi 100000 anni, sarà un caso?

Slevin ha detto...

@ici:
Anche i processori dei pc hanno subito un rimpicciolimento notevole nella loro evoluzione eppure sono diventati esponenzialmente più veloci ed efficienti!
Ma in effetti per lo (pseudo)Homo Sapiens non è la stessa cosa, i grammi di cervello in meno mi sa che se li è FUMATI!

DEVI ASSOLUTAMENTE VISITARE QUESTO BLOG: