giovedì 19 novembre 2009

POLITICA E SOCIETA' - DECIDONO DI OCCUPARE LA SCUOLA SU FACEBOOK E I PROFESSORI SI BARRICANO DENTRO(critica spietata alle nuove generazioni)


La rivincita degli imbecilli la chiamerei.
In questo paese oramai succede di tutto.
Liceo Morgagni di Roma.
Un manipolo di ragazzini idioti decerebrati e privi di materia grigia decide di occupare il proprio liceo, e si mette d'accordo indovinate dove??Sullo spazza-network più conosciuto e frequentato AL MONDO(si badi bene, ho scritto AL MONDO).
Il giorno dopo i giovani si presentano di fronte i cancelli della scuola tutti intenti ad iniziare l'occupazione, ma vi trovano una brutta sorpresa: i professori e il preside li hanno già anticipati, e si sono barricati dentro la scuola.
Come facevano a saperlo?I dipendenti scolastici avevano semplicemente chiesto di essere "aggiunti" al gruppo "Occupiamo il liceo Morgagni" e così hanno appreso passo dopo passo tutte le intenzioni degli studenti.

Me li immagino i professori e il preside che se la ridono alla faccia di quegli idioti.
Ma purtroppo anche questa vicenda dai tratti ironici ha la sua faccia triste: questi ragazzini dovrebbero(assieme alla mia generazione) rappresentare il futuro di questo paese e di questa Terra.
Non venitemi a parlare di sbagli o sviste,questi sono degli idioti con l'etichetta e il cartellino. La loro generazione,e lo grido da molto tempo, è una generazione che ha perso in partenza tutte le proprie battaglie sociali.
Sono una maggioranza di lobotomizzati senza valori e principi.Certamente non tutti sono così, ma vi assicuro che crescere e rapportarsi con decerebrati tutti i giorni, specie nell'età in cui dovrebbe forgiarsi lo spirito, rende veramente difficile discostarsi dalla massa.Non impossibile,ma difficile.
E in ogni modo alcuni paradigmi mentali te li porti dietro.

Ma bisogna ammettere che non è (solamente)colpa loro.
Come ripeto sempre, credo che la mia generazione sia stata l'ultima ad avere un barlume di scelta.
Questi liceali di oggi sono nati in un mondo che li ha bombardati di pubblicità, suoni assordanti, denaro, luci accecanti, valori svalutati e principi antisociali.
Noi abbiamo potuto guardare in faccia il cambiamento della società e quindi chi della mia generazione ha voluto è potuto rimanere ben saldo al proprio salvaggente senza affondare(o almeno provarci).
Loro sono nati direttamente sott'acqua.
Vivono tutto in maniera degenerata ed amplificata, fino ad arrivare ad una denaturalizzazione totale delle cose e del loro significato.
La loro generazione è riuscita a ribaltare completamente il significato delle parole successo e divertimento e hanno tolto il senso alle parole lotta e partecipazione.
Il problema è che il vero significato di queste non lo hanno mai saputo,forse perchè il mondo in cui vivono ha fatto di tutto per non farglielo sapere, ma anche perchè loro non hanno mai nuotato fino in superficie,come la sirenetta di Hans Cristian Andersen.

Secondo loro il massimo della lotta è criticare il sistema senza saperne nulla, è incrociare le braccia in attesa che qualcun'altro combatta per loro, mentre il massimo della partecipazione sociale è rappresentato da internet,i social-merdwork, e particolarmente dai gruppi su facebook.
Fanno un gruppo per ogni princìpio: princìpi politici,princìpi economici, un gruppo addirittura per la fame nel mondo e un altro per la pace, come se iscriversi ad un gruppo su facebopok serva a mobilitare le coscienze...Ehi!Vi do una brutta notizia, il risultato è quello contrario, serve ad immobilizzarle, perchè ognuno con un clic pensa di aver dato il proprio contributo ed aver GIA' fatto qualcosa.

Ecco, questo è lo specchio della nuova (de)generazione, una generazione IMMOBILE ma che pensa di aver già fatto tanto.
Una generazione che oggi si sveglia per andar ad occupare la scuola e la trova occupata da professori e dirigenti scolastici e domani troverà occupate la politica,l'amministrazione e l'economia, perchè avrà finito per consegnarle nelle mani di coloro dalle quali volevamo difenderle.

Big S!

Ps: si accettano commenti

3 commenti:

Marco ha detto...

Ciao Big S, ci siamo conosciuti circa 2 mesi fa in un pub a Milano (studio fisica ;) ), se fosse possibile mi lasceresti un tuo contatto (mail)? Vorrei parlarti di un'idea.

Marco
(cancella pure il commento poi)

Anonimo ha detto...

Molto buon posto.

Anonimo ha detto...

Vi è, ovviamente, molto da sapere su questo. Penso che hai fatto alcuni buoni punti in dispone anche di. Continuare a lavorare, ottimo lavoro!.

DEVI ASSOLUTAMENTE VISITARE QUESTO BLOG: